Cibi fermentati: quali sono? Elenco e benefici

La fermentazione dei cibi nasce anticamente come tecnica di conservazione e arriva ai giorni nostri come parte integrante di una corretta alimentazione. Molti alimenti fermentati vantano infatti proprietà probiotiche, contribuiscono alla salute dell’intestino e alla corretta digestione dei nutrienti, con vantaggi evidenti sul sistema immunitario e sul benessere generale dell’organismo. I microrganismi presenti nei cibi che fermentano partecipano allo sviluppo della flora batterica utile a contrastare batteri nocivi e agenti patogeni, oltre a favorire la corretta assimilazione di nutrienti essenziali.

Quando i cibi fermentati fanno male? In molti casi a provocare disturbi, più o meno seri, è il consumo eccessivo e non controllato di cibi sottoposti a fermentazione e lievitati.

È infatti essenziale inserirli nel menù settimanale con equilibrio, gradualmente se non ne fanno già parte, ed evitare in tutti i casi un sovraccarico che è naturalmente controproducente.

Un altro elemento da non trascurare è che siano conservati correttamente e che la qualità degli ingredienti sia garantita. Quando si tratta di fermenti e lieviti è particolarmente importante vigilare sui segnali di deperimento e sull’eventuale formazione di muffe potenzialmente nocive. Se parliamo di prodotti fatti in casa, ci si assicurerà anche di seguire tutte le regole igieniche di confezionamento, per scongiurare rischi anche gravi di intossicazioni alimentari.

Fastidi digestivi e reazioni indesiderate possono derivare anche da sensibilità individuali, ma non dovrebbero portare, salvo casi eccezionali, a escludere dalla dieta i cibi fermentati, quanto semmai a ridurne quantità e frequenza nel piatto o a fare scelte più mirate, affidandosi a un medico nutrizionista per individuare eventuali controindicazioni e trovare la soluzione su misura.

Cibi fermentati, alcuni esempi

Kefir

Kefir

Il kefir è una bevanda fermentata a base di latte fresco, toccasana per il benessere dell’intestino e l’equilibrio del microbiota. La fermentazione è originata da una coltura di lieviti e batteri e offrirà un risultato tanto più cremoso quanto maggiore è la parte grassa del latte. Il kefir può essere realizzato anche a base d’acqua e zucchero. Sia il kefir di latte che il kefir d’acqua si possono consumare da soli o mescolati ad altre preparazioni.

Yogurt

Yogurt

I fermenti lattici contenuti nello yogurt sono utilissimi, all’interno di una dieta sana, per rinforzare le difese in modo naturale. Per ottenere il massimo dei benefici l’ideale è consumare yogurt fatti in casa partendo da latte intero e fermenti lattici vivi. Il risultato è ottimo sia al naturale che arricchito da frutta di stagione o miele.

Crauti

Crauti

I crauti si ottengono per fermentazione del cavolo cappuccio grazie all’azione del sale, che favorisce la proliferazione di batteri utili bloccando quelli dannosi. Ne risulta un alimento interessante sotto il profilo vitaminico che al vantaggio di conservarsi più a lungo abbina un sapore salato e acidulo distintivo e molto apprezzato.

Kimchi

Kimchi

Anche questo piatto della tradizione coreana si basa sulla fermentazione delle verdure favorita dal sale. L’ingrediente principale è il cavolo cinese e la preparazione richiede l’impiego di spezie, aglio, radice di zenzero e cipolla, a seconda delle ricette. Esistono più varianti di kimchi rispetto alle verdure utilizzate e agli ingredienti aggiunti, che possono dare all’insieme un gusto nel complesso dolce oppure amaro, più o meno piccante. Contorno o piatto unico, il kimchi si è guadagnato una certa fama anche in Occidente come piatto rivitalizzante di sostegno al sistema immunitario.

Miso

Miso

Il miso si ottiene dalla fermentazione in acqua e sale dei fagioli di soia. Lo si può acquistare in pasta o a cubetti, per realizzare brodi saporiti dal gusto orientale ma anche per condire verdure e marinare carne o pesce. Ricco di proteine vegetali, minerali e vitamine, è digestivo e particolarmente benefico per l’intestino.

Tempeh

Tempeh

Dalla soia gialla si ricava per cottura e fermentazione un panetto ricchissimo di fibre e proprietà nutritive, saporito e digeribile. Il tempeh si usa per ripieni e farciture, come insaporitore di primi e secondi piatti ma anche da solo, a fette, fritto, saltato in padella, stufato, in minestra.

Kombucha

Kombucha

È una bevanda molto antica, ottenuta dalla fermentazione del tè attraverso una coltura iniziale di batteri e lieviti nutrita dall’aggiunta di zucchero. Energizzante e dal gusto insolito, nella tradizione cinese ha fama di elisir di lunga vita in ragione degli effetti benefici a livello dell’apparato digerente.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *