Come conservare le castagne

La stagione delle castagne è piuttosto breve, ma è possibile prolungarla conservando per mesi questo prezioso frutto e avere così il piacere di gustarlo per tutto l’inverno. Niente paura, quindi, se ci si è fatti prendere la mano durante la raccolta o l’acquisto: le castagne si possono conservare perfettamente sia crude che già cotte, per averle più velocemente pronte all’uso. Vediamo come fare.

Come conservare le castagne crude

Le castagne appena acquistate, e ancor più quelle appena raccolte, richiedono una piccola selezione all’ingresso, per scartare i frutti che già a prima vista risultano essere poco freschi o non integri. Il passo successivo è immergere le castagne in acqua e lasciarle in ammollo dai 4 ai 9 giorni, cambiando l’acqua quotidianamente ed eliminando quelle che galleggiano, indizio di aria al loro interno. Questa operazione preliminare è utile quando si intende conservare le castagne crude, per evitare sorprese a distanza di mesi e limitare gli scarti al momento del consumo. Le castagne che hanno superato la prova dell’ammollo andranno asciugate con cura, dopodiché si può scegliere se conservarle in frigorifero oppure in freezer.

Castagne appena raccolte

In frigorifero le castagne fresche, selezionate e perfettamente asciugate, si conservano per circa 2 mesi all’interno di un sacchetto nello scomparto della frutta. Il freezer consente invece di conservare le castagne crude fino a 12 mesi. Per far questo sarà sufficiente, dopo la selezione descritta e dopo averle asciugate, incidere la buccia delle castagne con un coltello, chiuderle in un sacchetto gelo e riporle nel congelatore per usarle all’occorrenza.

Come conservare le castagne cotte

Sia le castagne lessate che le castagne arrosto possono essere conservate in freezer, già sbucciate, per circa 6 mesi. È un’opzione con buoni risvolti pratici in cucina, utile a velocizzare future ricette.

Castagne lesse, come fare – Dopo avere sciacquato le castagne, immergerle in una pentola piena d’acqua, accendere il fuoco e portare a ebollizione. Per i tempi di cottura è necessario regolarsi in base alle dimensioni dei frutti. In media serviranno circa 40-50 minuti di bollore. I marroni, di dimensioni maggiori, potrebbero richiedere più tempo.

Castagne arrosto, come fare – Oltre che con l’apposita padella forata per caldarroste, le castagne possono essere cotte in forno. In entrambi i casi è necessario prima inciderle una ad una con un taglio orizzontale sulla buccia.

Caldarroste
  • In padella le castagne andranno cotte a fiamma moderata per una ventina di minuti, regolandosi in base alle dimensioni dei frutti. Si avrà cura di tenere la padella leggermente sollevata dalla fiamma, per arrostirle senza bruciarle, e di scuoterla per rimescolarle.
  • Per la cottura in forno è consigliato prima procedere a un ammollo. Dopo avere praticato la classica incisione sulla buccia, l’ideale è lasciare le castagne in una scodella piena d’acqua per almeno un paio d’ore. Dopodiché andranno scolate, asciugate con cura e disposte su una leccarda rivestita di carta forno. Cuocere in forno statico, a 180°, per circa 30 minuti. È particolarmente importante, preparando un’infornata, selezionare castagne di dimensioni molto simili tra loro, per evitare che alcune si secchino e altre rimangano crude. Raggruppare le castagne in base alla grandezza è in generale una buona regola, qualsiasi metodo di cottura si scelga.

Cotte con il metodo preferito, le castagne potranno essere facilmente sbucciate, asciugate e infine conservate in freezer in un sacchetto gelo.

Un’altra soluzione per conservare le castagne è utilizzare un essiccatore per frutta e verdura. Le castagne disidratate si conservano fino a 12 mesi in un luogo fresco e asciutto all’interno di contenitori con tappo ermetico.

Conserve e marmellate

Marmellata di castagne

Per prolungare la stagione delle castagne in modo più goloso, un’alternativa alla conservazione al naturale è seguire una delle tante ricette tradizionali per creme spalmabili e marmellate, oppure realizzare conserve di castagne sotto spirito, con il miele o sciroppate.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *