#SchisciaQui 13 – Croissant salati con zucca, topinambur e speck

È già la stagione della zucca e inizia ora anche quella dei topinambur. In questa ricetta abbiniamo questi due ortaggi, aggiungiamo le patate e completiamo con lo speck per avere una nota salata di contrasto. I croissant di sfoglia si conservano un paio di giorni in frigorifero in un contenitore ermetico e possono diventare un’ottima schiscetta.

Indicazioni di preparazione

Categoria
Piatto unico

Porzioni
3-4 persone

Tempo di preparazione
60 minuti

Difficoltà
Facile

Ingredienti

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare (2 x 230 g)150 g di zucca (peso senza scorza)150 g di topinambur
100 g di patate60 g di speck a cubettiParmigiano grattugiato q.b.
3 rametti di rosmarinoSalvia essiccata q.b.Olio extra vergine di oliva q.b.
Sale q.b.Pepe nero q.b.

Per decorare

1 uovoLatte q.b.Semi di papavero q.b.

Preparazione

Per prima cosa andremo a preparare le verdure per il ripieno.

  1. Lavare le patate sotto l’acqua corrente, sbucciarle e tagliarle a cubetti.
  2. Trasferire i cubetti di patata in una padella antiaderente con un filo d’olio, un rametto di rosmarino, il sale. Dovranno cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa 20 minuti (il tempo di cottura può variare in base alle dimensioni dei cubetti). Rigirare delicatamente per un cottura uniforme.
  3. Avviata la cottura delle patate è il momento di passare alla zucca, tagliandola a cubetti, e di sminuzzare con una mezzaluna gli aghi di due rametti di rosmarino.
  4. Per ultimi, perché hanno maggiore tendenza a ossidare, lavare i topinambur sotto l’acqua corrente, sbucciarli e tagliarli a cubetti di dimensioni simili a quelli di zucca.
  5. In una padella scaldare due cucchiai di olio e unire i cubetti di zucca e quelli di topinambur. Aggiungere la salvia, il trito di rosmarino, sale e pepe nero. Far cuocere con il coperchio, a fuoco basso, per circa 10-15 minuti.

Pronte le verdure, passiamo a realizzare i croissant.

  1. Stendere le due sfoglie rettangolari e sovrapporle per farle combaciare e aderire perfettamente. Dal rettangolo formato con le sfoglie sovrapposte ricavare 6 triangoli uguali. Si può procedere più o meno allo stesso modo anche avendo a disposizione due sfoglie rotonde. Basterà anche in questo caso sovrapporle, farle aderire e poi tagliarle in sei spicchi.
  2. Farcire i sei triangoli con i cubetti di verdure, avendo cura di posizionare il ripieno solo al centro, nella parte più ampia. Distribuire anche lo speck a dadini e completare la farcitura con un velo di parmigiano grattugiato. È importante non eccedere con il ripieno e calcolare che la sfoglia andrà poi arrotolata su se stessa.
  3. Arrotolare ciascun triangolo di sfoglia ripieno e chiuderlo alle estremità per ottenere la forma di un croissant. Posizionare i croissant su una leccarda rivestita di carta forno, ben distanziati, tenendo presente che aumenteranno di volume.
  4. Preriscaldare il forno a 190°.
  5. In una scodella sbattere un tuorlo d’uovo con poco latte. Spennellare delicatamente i croissant con questi ingredienti, cosicché una volta cotti risultino anche dorati. Completare cospargendo i croissant di semi di papavero.
  6. Cuocere i croissant a 190°, nel forno a modalità statica, per circa 20-25 minuti. Verificare che non diventino troppo scuri in superficie prima del tempo, in questo caso coprirli con un foglio di carta di alluminio e concludere la cottura. Una volta sfornati, attendere che siano leggermente intiepiditi prima di spostarli dalla teglia al piatto.

Varianti

  • Per una versione vegetariana si consiglia di sostituire lo speck con scaglie di pecorino stagionato, così da aggiungere sapore alle verdure, di base piuttosto delicate.
  • Per alleggerire la ricetta è possibile realizzare i croissant anche con una sola sfoglia, anziché utilizzare due sfoglie sovrapposte. Risulteranno meno voluminosi a fine cottura, ma si otterrà comunque un buon risultato.
  • Volendo proporre i croissant salati come antipasto, sarà sufficiente ridurne le dimensioni, dividendo la sfoglia rettangolare in due per ricavarne triangoli più piccoli e seguendo, per il resto, le stesse indicazioni.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *