Dolci tipici siciliani: 10 delizie della tradizione

Un viaggio in 10 tappe tra le ricette dolci della tradizione siciliana, per non farsi trovare impreparati se si ha la fortuna di visitare l’isola. Pronti?

Biancomangiare

Di origini antichissime e in parte ancora incerte, il biancomangiare è un dolce semplice e allo stesso tempo raffinato, a base di latte di mandorle – ne esistono tuttavia versioni preparate con il latte vaccino – tipico delle zone di Modica e Ragusa. L’aspetto è quello di un budino bianchissimo, spesso completato da granella di frutta secca (in genere mandorle e pistacchi).

Buccellato

Ricetta tradizionale natalizia tipica della provincia di Palermo, il buccellato è un dolce di pasta frolla a ciambella con una farcitura interna a base di fichi secchi, frutta candita e cioccolato a pezzetti, decorato all’esterno con altra frutta candita, granella di pistacchi o semplice glassa. Esistono anche versioni mignon di questo dolce, più simili a biscotti farciti.

Cannoli

Cannoli

Indubbiamente uno dei dolci siciliani più famosi e amati. Per il cannolo siciliano si parte da una cialda arrotolata e fritta, poi farcita di ricotta (di pecora o vaccina) e zucchero, e infine completata con frutta candita, pezzetti di cioccolato, granella di pistacchi. Gli ingredienti della farcitura possono variare leggermente, ma quando realizzati ad arte i cannoli si distinguono per la croccantezza della cialda, idealmente riempita all’ultimo, talvolta rivestita internamente di cioccolato per mantenerla più a lungo della giusta consistenza.

Cassata

Cassata

Dolce simbolo della pasticceria siciliana, la cassata è una torta a base di ricotta di pecora, mescolata a zucchero e pezzetti di cioccolato, rivestita di pan di Spagna e pasta reale (pasta di mandorle), che si alternano nell’avvolgerla, ricoperta da una glassa di zucchero e sontuosamente completata da frutta candita. A seconda delle zone di produzione la ricetta può prevedere tra gli ingredienti anche pistacchi, cannella e miele, ed essere più o meno appariscente. Le cassatine sono una versione più piccola dello stesso dolce.

La cassata al forno è una versione alternativa e semplificata della ricetta, senza pasta reale né canditi, che vede il ripieno di ricotta zuccherata e gocce di cioccolato all’interno di una frolla, il tutto cotto in forno e cosparso di zucchero a velo.

Minne di Sant’Agata

Variante formato mignon della classica cassata, le minne di Sant’Agata sono piccole cupole di pan di Spagna (e/o pasta frolla) ripiene di crema alla ricotta, cioccolato e canditi, ricoperte da una glassa bianca e decorate con una ciliegia candita. Dolce della tradizione catanese, si preparano in occasione della festa di Sant’Agata, il 5 febbraio.

Cassatelle di Agira

Tipiche della Sicilia orientale, le cassatelle di Agira sono mezzelune di pasta frolla coperte di zucchero a velo e con un ripieno di cacao, mandorle, zucchero, farina di ceci e scorza di limone.

Cioccolato di Modica

Cioccolato di Modica

Prodotto IGP dal 2018, il cioccolato di Modica è una specialità siciliana ottenuta dalla lavorazione a temperature mai superiori ai 40° della pasta di cacao mescolata con lo zucchero. Il particolare processo di produzione fa sì che i cristalli di zucchero restino integri e questo tipo di cioccolato conservi una consistenza finale inconfondibilmente granulosa e friabile. È prevista l’aggiunta in lavorazione di diversi tipi di spezie (cannella, zenzero, vaniglia, peperoncino), aromi naturali e scorze di agrumi. La massa di cacao non è mai inferiore al 50%.

Frutta di Martorana

Questi coloratissimi dolcetti a base di farina di mandorle e zucchero sono una variazione sul tema del classico marzapane e imitano tipicamente nella forma diversi tipi di frutti, talvolta ortaggi. Prendono il nome dall’antico convento palermitano della Martorana, dove tradizione vuole siano stati preparati per la prima volta. È consuetudine confezionarli e donarli per il Giorno dei Morti.

Sfincia di San Giuseppe

Dolce originario di Palermo, la sfincia di San Giuseppe è una frittella irregolare morbida e spugnosa ricoperta di crema di ricotta, granella di pistacchio e frutta candita. Come suggerisce il nome è tradizione prepararla in occasione del 19 marzo.

Torta Savoia

Simile solo esternamente a una Sacher, con la quale condivide la copertura al cioccolato, la torta Savoia alterna strati di pasta biscuit a strati di crema di cioccolato e nocciole. Le origini di questa sontuosa torta, dal nome che è un evidente richiamo all’epoca monarchica, sono incerte e contese tra Catania e Palermo.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *