Lidl presenta il nuovo piano investimenti per l’Italia

La fase di ripartenza seguita al lockdown ha visto avviarsi nel settore della GDO una serie di iniziative a sostegno delle famiglie e del territorio e piani di investimenti mirati a favorire la ripresa di diversi settori dell’economia a livello nazionale. In questo quadro si inserisce il piano aziendale “Lidl per l’Italia” presentato a inizio luglio 2020 durante l’inaugurazione del nuovo punto vendita di Milano, in via delle Forze Armate.

Il progetto presentato da Lidl Italia punta sul settore immobiliare, occupazionale e agroalimentare, per un totale di oltre 400 milioni di euro investiti, 50 nuovi punti vendita in apertura e oltre 2000 assunzioni.

Per quanto riguarda il settore immobiliare, Lidl Italia negli ultimi sei anni ha investito oltre 2 miliardi di euro nell’apertura di nuovi punti vendita, nella modernizzazione dei negozi già avviati e nella logistica. L’azienda intende proseguire su questa strada con il nuovo piano di espansione, necessariamente rallentato dal lockdown ma ripartito con nuovo slancio nel mese di maggio, quando i cantieri hanno riaperto e si è potuto anche procedere all’inaugurazione di quattro nuovi punti vendita, ad Ancona, Osio Sotto, Manerba del Garda e Cormano. Con il punto vendita di Milano Forze Armate, inaugurato a inizio luglio, salgono perciò a cinque le nuove aperture Lidl in Italia dopo lo stop causato dalla pandemia. Un buon segnale con effetti positivi anche sull’occupazione e l’indotto dei territori interessati.

L’investimento nel settore dell’occupazione si concretizzerà, secondo il piano di Lidl, in 2000 nuove assunzioni in Italia per l’anno in corso. Una buona notizia in un comparto duramente provato, a livello nazionale, dall’emergenza coronavirus. Sono oltre 660 i punti vendita Lidl attualmente operativi in Italia, distribuiti su 19 regioni, e 10 le piattaforme logistiche dell’azienda, per un totale di oltre 16.500 collaboratori. Di questi circa 2.700 sono al lavoro in Lombardia, regione che da sola conta 123 punti vendita dell’insegna.

Il terzo obiettivo del piano per l’Italia di Lidl è la valorizzazione della filiera agroalimentare nazionale con un sostegno rinnovato alle piccole medie imprese italiane attive nel settore. L’assortimento dei punti vendita in Italia è già composto per l’80% da prodotti nazionali, ma Lidl si distingue anche e soprattutto per la significativa spinta data negli anni al settore dell’export di prodotti made in Italy, certamente incentivata e favorita dalla presenza dell’azienda in oltre 29 Paesi nel mondo. Nel 2019 Lidl ha esportato prodotti alimentari italiani per oltre 1,6 miliardi di euro. Particolarmente degno di nota è l’export di prodotti ortofrutticoli italiani, che da solo vale oltre 420 milioni di euro.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *