REset Plastic, la nuova strategia Lidl per imballaggi eco-sostenibili

Entro la fine del 2021 Lidl eliminerà la plastica nera dai suoi imballaggi per renderli più facilmente riciclabili ed entro il 2025 l’impiego di materiale riciclato per il packaging in plastica dei prodotti a marchio aumenterà significativamente, fino a raggiungere la media del 20%. Due obiettivi che fanno parte di un più vasto progetto di rinnovamento in senso ecologico dell’azienda che ha già registrato negli ultimi anni buoni risultati.

L’eliminazione della plastica per l’imballaggio delle uova e la riduzione delle dimensioni delle bottiglie di detersivi liquidi Formil, mossa che garantisce un risparmio di plastica medio pari al 25%, sono solo due esempi dell’impegno di Lidl nell’ambito di una maggiore sostenibilità delle confezioni. Nel 2019 inoltre Lidl ha eliminato dagli scaffali le stoviglie in plastica usa e getta, rispondendo per tempo alle richieste del Parlamento Europeo in merito all’utilizzo di plastica monouso.

Alle iniziative legate al packaging sostenibile si abbinano efficienti strategie di recupero e smaltimento dei rifiuti presso tutte le sedi dell’azienda. Lidl continua inoltre a proporre e ha recentemente ampliato la collezione di abbigliamento sportivo Crivit Ocean Bound: scarpe, canottiere e shorts realizzati utilizzando materiale plastico riciclato recuperato da oceani e spiagge. In collaborazione con PreZero ha dato inoltre vita a una linea di prodotti per la casa (contenitori, secchi, grucce) realizzati in plastica al 95% riciclata e ricavata da imballaggi.

Il piano REset Plastic, al quale Lidl aderisce come parte del gruppo Schwarz, si articola in 5 punti fondamentali: REduce, REdesign, REcycle, REmove, REsearch.

  • Ridurre – Rientrano in quest’ambito le iniziative già citate rispetto all’utilizzo della plastica nel packaging di uova e altri prodotti a marchio.
  • Riprogettare – Lidl si impegna a fare in modo che entro il 2025 il 100% delle confezioni dei prodotti a marchio diventi riciclabile e l’uso della plastica sia il più possibile ridotto o sostituito da materiale riciclato. Nel REdesign si inserisce anche l’importante questione dell’eliminazione delle microplastiche presenti all’interno dei prodotti cosmetici a marchio dell’insegna. Dal 2015 Lidl lavora in questo senso insieme ai suoi fornitori e punta entro fine anno a garantire alla clientela formulazioni certificate senza microplastiche per la maggior parte dei cosmetici e dei prodotti per la cura della persona a marchio Lidl.
  • Riciclare – I centri logistici Lidl sono organizzati per smistare i materiali riciclabili e dare nuova vita alle plastiche da imballo.
  • Rimuovere – L’insegna partecipa attivamente alla rimozione dei rifiuti in plastica dall’ambiente e in particolare da fiumi, mari e oceani. Collabora per questo con Project Stop e One Earth – One Ocean.
  • Ricerca – Lidl ha scelto di investire in ricerca e sviluppo di soluzioni all’avanguardia in tema di riciclo e tutela ambientale. Aderisce insieme al gruppo Schwarz all’Ellen MacArthur Foundation Global Commitment per un’economia circolare e la riduzione degli sprechi.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *