Salvia: proprietà, benefici e controindicazioni

È una delle erbe aromatiche più diffuse, semplice da coltivare anche in vaso, ottima per insaporire diverse ricette. La salvia è conosciuta fin dall’antichità per le sue numerose proprietà. È probabilmente proprio ai benefici ricavabili dal suo utilizzo che deve il suo nome, chiaro riferimento alla salute e alla cura secondo l’etimologia latina.

Parte della grande famiglia delle Lamiaceae, insieme al basilico e al rosmarino, la salvia (Salvia Officinalis) è una pianta perenne molto presente nell’area del Mediterraneo, dove ha avuto anticamente origine. Nota agli Egizi e agli Antichi Romani come pianta curativa, è soprattutto a partire dal Medioevo che il suo utilizzo in cucina si fa via via più importante. Anche oggi la salvia mantiene questo doppio ruolo. Oltre che a tavola è infatti molto apprezzata come rimedio fitoterapico – in decotti, tisane e come olio essenziale – e in cosmetica.

Rametto di salvia

Le foglie di salvia fresche sono ricche di vitamina K, vitamina B6 e vitamina A. In cucina si utilizza per dare sapore alla carne, che sembra avere il pregio di rendere anche più digeribile, nei contorni a base di legumi, ma anche per primi piatti, spesso nel classico e sicuramente riuscito abbinamento con il burro. Un altro modo per portare a tavola la salvia è pastellarla e friggerla. La salvia si può acquistare anche essiccata, se si desidera averla a disposizione tutto l’anno. Il suo aroma già molto intenso non rende in genere necessario abbinarla ad altre erbe.

In erboristeria la salvia è nota per le sue proprietà antiossidanti e perché le è riconosciuta un’azione calmante e lenitiva per i disturbi dell’apparato respiratorio. Pare inoltre indicata per regolare gli zuccheri nel sangue per azione degli acidi fenolici contenuti nelle sue foglie. Promuovendo la secrezione della bile, la salvia è inclusa anche tra le erbe digestive e amiche del fegato. È inoltre utilizzata in diverse preparazioni come antisettico, avendo dimostrato una certa capacità di ostacolare batteri, virus e funghi.

Un’altra applicazione molto comune della salvia riguarda l’igiene e la cura del cavo orale. La si ritrova infatti tra gli ingredienti di collutori e dentifrici non solo come antiplacca e sbiancante, ma anche come rimedio naturale in caso di sanguinamenti e piccole ulcere. Aiuta inoltre a rinfrescare l’alito.

Foglie di salvia

L’olio essenziale di salvia è utilizzato in cosmetica per shampoo purificanti, saponi e deodoranti. Un’altra virtù riconosciuta alla salvia è quella di essere in grado di regolare la sudorazione eccessiva.

Non sembrano esserci controindicazioni di rilievo all’uso comune della salvia. Va però consumata senza eccessi, come alimento e a maggior ragione in formule concentrate, a causa di un composto presente nelle sue foglie, il tujone, neurotossico ad alte dosi. L’uso che normalmente si fa della pianta come aroma è da considerarsi comunque ben lontano dalle quantità in grado di provocare intossicazioni. Maggiore attenzione va rivolta all’utilizzo dell’olio essenziale, per il quale è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni d’uso fornite.

Diffusione e coltivazione

Dal bacino del Mediterraneo la salvia si è diffusa in tutto il mondo nei climi temperati, dove trova terreno adatto, calcareo e assolato. La pianta non teme infatti la siccità, ma soffre i ristagni d’acqua e il gelo, particolare da tenere presente se si sceglie di coltivarla in giardino o sul balcone. La salvia in primavera e in estate regala anche fiori colorati utilizzati a scopo ornamentale. Le foglie fresche di salvia si raccolgono alla fine dell’estate.

Salvia in vaso

La salvia comune, foglie ovali vellutate, colore verde-argento, è solo una delle centinaia di specie di salvia esistenti al mondo. Tra le varietà di salvia diffuse nel Mediterraneo troviamo la salvia greca (fruticosa), ricca di oli essenziali, e quella spagnola (lavandulifolia), che ricorda all’aspetto la lavanda e all’aroma il rosmarino. Tra le varietà di salvia ornamentali spicca la salvia splendens per i suoi fiori rosso acceso.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *