Tipi di tè, le varietà più diffuse

È la bevanda più diffusa al mondo dopo l’acqua, semplice e allo stesso tempo nobile, rilassante o energizzante a seconda del momento, adatta a ogni ora del giorno e a ogni clima: il tè è un piacere antico che sconfina nel rito e riserva diverse sorprese se si sceglie di dedicare un po’ di tempo ad approfondirne la storia e le declinazioni di gusto.

Anche per i meno esigenti, e per chi ferma la propria indagine alle varietà più facilmente reperibili, il tè offre una scelta sufficientemente ampia da invitare a sperimentare. Tanto più che si tratta di una bevanda che può essere vantaggioso far diventare un’abitudine, avendo di base ottime proprietà e, se bevuta senza aggiungere zucchero o latte, zero calorie.

Tutti i tipi di tè si ricavano da foglie e germogli di Camellia Sinensis, arbusto ampiamente coltivato in Oriente da tempi antichissimi. Potrebbe stupire il fatto che da un’unica pianta si possano ricavare tante varianti di tè in termini di qualità e gusto. Cosa le differenzia? La lavorazione, e in particolare la fermentazione attivata spezzando le foglie (responsabile anche dei livelli di teina) e poi interrotta dall’essiccazione.

Non tutti i tipi di tè subiscono questo processo e in ogni caso non tutti allo stesso modo. Oltre che spezzate, sminuzzate e in polvere, le foglie di tè possono essere utilizzate anche intere, dando origine a qualità particolarmente rinomate. Così si spiegano anche i diversi colori utilizzati per classificare il tè: il tè nero è fermentato a lungo, e anche per questo appare più scuro, come effetto dell’ossidazione, il tè oolong è semi-fermentato, il tè verde non è fermentato. Il tè bianco si può far rientrare tra le varianti più pregiate di tè verde.

Tè neri

Tè nero: Ceylon

Sono in assoluto i più diffusi in Occidente, chiaramente distinguibili non solo per il colore, ma anche per un gusto e un aroma particolarmente intensi. Fanno parte di questa categoria:

  • Assam – Originario dell’India nord-orientale, è un tè corposo da prima colazione, che si usa spesso alleggerire con limone o addolcire con il latte.
  • Ceylon – È il tè dello Sri Lanka, aromatico e aspro, con note di limone. È indicato per la prima colazione e per il pomeriggio, da accompagnare a biscotti e piccola pasticceria.
  • Darjeeling – Coltivato ai piedi dell’Himalaya, è un tè pungente, aromatico, dal colore ambrato. Da servire liscio, a volte con il limone, ma senza latte, che ne coprirebbe il gusto. Si tratta di una varietà rinomata, adatta alla condivisione.

Tra le miscele più note di tè neri:

  • English breakfast – Unisce tè Assam e altre varianti indiane. Intenso e corposo, come si può intuire dal nome è perfetto per la prima colazione e non teme l’aggiunta di latte, zucchero o limone.
  • Irish breakfast – Questa miscela unisce tè Assam e tè Ceylon e offre un risultato robusto e aromatico, corroborante. Per eliminare ogni traccia di sonno e iniziare la giornata.

Tè oolong

Tè oolong

Per gusto e colore si collocano a metà strada tra l’intensità del tè nero e la leggerezza del tè verde: un delicato compromesso adatto a palati raffinati. Da bere tradizionalmente puri per essere apprezzati a pieno.

  • Formosa oolong – Coltivato a Taiwan, è un tè da meditazione, adatto al tardo pomeriggio e alla sera.
  • Wu Yi – Originario della Cina sud-orientale, è un tè dal gusto rotondo, indicato per ogni momento della giornata e leggermente più scuro degli altri oolong.

Tè verdi

Tè verde: Matcha

L’assenza di fermentazione rende i tè verdi più leggeri e allo stesso tempo distintamente pungenti e comunque molto aromatici. Il crescente interesse registrato negli anni verso il tè verde, che gode oggi di una particolare notorietà in Occidente, è motivato dal notevole apporto di antiossidanti unito al ridotto contenuto di teina.

  • Gunpowder – Tipico della Cina continentale, è un tè dal gusto asciutto e deciso, adatto a ogni occasione. Il nome deriva dall’aspetto delle foglie, compattate in piccole sfere.
  • Lung ching – Tra i tè verdi più diffusi in Cina, si distingue per la leggerezza e il retrogusto di noce. Si può bere durante tutta la giornata.
  • Matcha – Vero rituale in Giappone, si tratta di un tè verde in polvere, particolarmente ricco di antiossidanti, da sciogliere in acqua bollente mescolando energicamente, idealmente con l’aiuto dell’apposita frusta in bambù, fino alla formazione di una leggera schiuma.

Tè bianchi

Tè bianco

Ricavati dai germogli, scarsamente lavorati e per questo molto pregiati, i tè bianchi sono una variante ricercata di tè verde, con un contenuto bassissimo di teina, ricchi di antiossidanti e dal gusto più dolce, delicato e rotondo rispetto a tutte le altre varietà di tè.

  • Aghi d’argento – Originario della Cina, lievemente dolce e raffinato, da degustare quando si ha compagnia per il tè del pomeriggio.
  • Darjeeling bianco – Coltivato in India nord-orientale, è un tè delicato, con un lieve retrogusto di limone. Da tenere in serbo per gli ospiti.

Tè aromatizzati

Tè aromatizzato: Chai

Per concludere, alcuni esempi di tè aromatizzati, che prevedono l’aggiunta di fiori ed erbe ad arricchire la fragranza.

  • Earl grey – È un tè nero aromatizzato al bergamotto, dal gusto inconfondibile, indicato per la prima colazione e per il pomeriggio, da consumare preferibilmente liscio.
  • Chai – Tè indiano arricchito di numerose spezie e di conseguenza intenso e tonificante. La ricetta originale prevede di farlo bollire a lungo, lentamente, con l’aggiunta di latte.
  • Jasmine tea – Tè nero aromatizzato dall’aggiunta di fiori di gelsomino. Il gusto è delicato e l’aroma evidentemente fiorito. È un tè particolarmente indicato ad accompagnare i pasti.

Prova Everli

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Everli da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *